Archivio di Giovedì 28 Agosto 2008



Nuovo di nuovo: dall’indie game alla pixel art. Prospettiva della retroestetica.

mauz, Giovedì 28 Agosto 2008 @ 19:10

Il mio vecchio maestro cinese diceva sempre che a cominciare con un esempio si fa molto prima[1]. E allora facciamolo.

OmniLudiCon è un concept semplicissimo. Eppure incarna in sé buona parte di quello di cui voglio parlare oggi: ha uno stile retrò (MOLTO retrò), è gratuito, assolutamente cross-platform (gira sui browser) e –soprattutto- è un editor di giochi (o meglio, di minigiochi. Meglio ancora, di collezioni di minigiochi) che permette di condividere le proprie creazioni con gli altri utenti.
Insomma, non fa niente di nuovo, ma lo fa bene e lo fa in fretta, è indie ed è retro. Grazie Zaratustra Productions per avermi risolto il problema dell’apertura[2].

Continua »


Mondan ya, Elo’ *****

shinichi, Giovedì 28 Agosto 2008 @ 16:33

Ragazzi, quelle cose che rimangono impresse nella mente. L’avete presenti? Non ci ridevo da mesi, poi l’ho rimessa su e son partito. Sarà old e stra-old, ma io la ributto in pista. Tanto oramai Casa Shinichi ha preso il largo, mi sfugge già dalle mani, e sarà sempre più una follia. Anzi mandatemi suggerimenti e segnalazioni a valanga e sarete pubblicati, nominati, insomma fatemi/ci ridere. Ora, rendetevi conto, questa dice il telegiornale, lancia il servizio e precisa parte la gorza con l’abbassamento delle luci. Poi cerca pure di mimare un movimento maldestro, tipo per dare la colpa al cigolio della sedia. Niente da fare, è una vera e propria seccata: lei muore -giustamente- dalle risate. Mi ha ipnotizzato, non riesco a smettere di guardarla, anche perchè questa storia ha un retroscena che mi chiama in causa direttamente.

Continua »


Mauz guarda, c’è lo Shino poligonale!

LPf, Giovedì 28 Agosto 2008 @ 14:42

E’ imminente (26 Settembre salvo posticipi dell’ultimo minuto) l’uscita su Wii di Detective Conan: il Caso Mirapolis, come si evince dal titolo, completamente localizzato in italiano. La storia ci vedrà impegnati (penso) a scoprire cosa ci fa quell’XB360 nell’ultima foto. Del gioco a dirla tutta non se ne parla da nessuna parte, misconosciuto pure su IGN, arriva dalle nostre parti passando dalla Francia (Nobilis) ma partendo sicuramente dal Giappone. Nella press si sottolineano l’assoluto rispetto per il brand e la sorprendendte fedeltà con la serie TV (gadget inclusi: lo skateboard, la leggendaria cravatta per modificare la voce, le scarpe potenziabili, ecc), il supporto totale del Wiimote (per perlustrare la scena del crimine, raccogliere e combinare indizzi) e addirittura la presenza di minigame. In breve, un capolavoro. O almeno vi farà sapere a breve lo stesso Shinici, visto che ho appena richiesto una promo tutta per lui.

Continua »


C’era una volta il jrpg…

Super Anto, Giovedì 28 Agosto 2008 @ 04:57

Concedetemi solo due parole d’introduzione alla rubrica, io odio leggere e mi costa una fatica immane, per cui sarò brevissimo:

-”A modo mio” di Carlo Talamo-

Questo il nome originale della rubrica, una rippata vergognosa? No, nemmeno per sogno, un tributo al grandissimo Carlo Talamo, pensatore, importatore, inventore, nonchè firma illustre del giornalismo motociclistico italiano. Definirlo scomodo è riduttivo, la sua rubrica su Inmoto aveva un riquadro in testa all’articolo col quale la redazione prendeva le distanze dalle idee e temi trattati da Carlo…praticamente un “parental advisory explicit content”, nè più, nè meno. Giornalista all’inglese, l’unico in uno squallido e patetico panorama di pecore leccaculo a esprimersi sempre in modo schietto e diretto, sempre…a modo suo.

Continua »